logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Fondi UE 2014-2020 e internazionali per cultura e turismo

29
Ott
2014

29 Ottobre 2014 09:00

PickCenter



Fondi UE 2014-2020 e internazionali per cultura e turismo

cultura

Fondi UE 2014-2020 e internazionali per cultura e turismo

29-30 ottobre 2014 – ore 9.00–18.00 – Via Boezio 6, Roma


Information > Training > Innovation > Networking > Communication > Advocacy > FUNDING


Introduzione

L'Italia, oltre ad avere un patrimonio artistico invidiabile, ha anche una forza lavoro specializzata in questo settore altamente qualificato. Attualmente l'Italia però partecipa poco e male agli appalti banditi dalla Banca Mondiale, della UE e dalle altre organizzazioni internazionali che finanziano progetti nel settore della cultura. In concomitanza con la pubblicazione dei prossimo bandi della UE nel settore della cultura e della Banca Mondiale a favore del Cultural Heritage e dell'urban planning, il corso si propone di approfondire le politiche e i programmi internazionali, comunitari e nazionali a favore della cultura, del turismo culturale, della pianificazione urbana nei centri storici e dello sviluppo locale e della conservazione, restauro e protezione del cultural heritage.

Obiettivi

Il corso fornisce e migliora le capacità progettuali necessarie per accedere ai finanziamenti internazionali, europei e italiani. Il programma è fortemente orientato all'acquisizione delle tecniche concrete per poter partecipare a bandi e appalti. Disamina approfondita degli strumenti e delle strategie da implementare per avere successo nella presentazione dei progetti. Esercitazioni e best practices al fine di garantire immediata operatività nella redazione delle proposte progettuali.

Destinatari

Il corso è rivolto ai manager di imprese che vogliono operare nel campo della cultura, a professionisti che all'interno delle fondazioni, delle cooperative, degli enti locali e delle pubbliche amministrazioni si occupano della gestione strategica e del project management; ai giovani professionisti del settore interessati a migliorare la propria preparazione professionale anche nella ricerca dei finanziamenti, nonché ai giovani laureati in materie umanistiche e in architettura/restauro interessati a specializzare il proprio percorso formativo nel Culture Management anche a livello internazionale.

Durata

13 ore (30 ottobre dalle ore 9:00 alle 18:00 _ 31 ottobre dalle ore 9:00 alle 14:00) Aula max 30 posti

Iscriviti online

Modulo di iscrizione

Programma

Giorno 1
Ore 9:00 - 13:00

-La strategia Europa 2020 e la cultura
-L’architettura di EUROPA CREATIVA, analogie e differenze con i programmi CULTURA, MEDIA e MEDIA MUNDUS
-Il sottoprogramma CULTURA (progetti di cooperazione, reti, piattaforme, traduzioni letterarie)
-Il sottoprogramma MEDIA e le sue molteplici misure di sostegno
-Il sottoprogramma JESSICA per gli investimenti sostenibili nelle aree urbane: le opportunità per il Sistema Italia
- I programmi comunitari diretti e indiretti per il turismo anche culturale

Istituzioni dell’Unione europea - Procedimento normativo e atti ufficiali - La Commissione europea e le Direzioni generali - Fonti di informazione ufficiali e non ufficiali
Elementi di Project Cycle Management – Strutture, strumenti e tecniche di programmazione e gestione delle attività
Esercitazione 1: ricerca informazione e bandi (Call for proposal e tender) con analisi degli obiettivi principali (Come identificare una call appropriata o un tender, come leggere il Work Programme, data di pubblicazione, scadenza, come trovare i working documents etc)

Ore 14:00 - 18:00
Tecniche e metodi di redazione dei progetti comunitari -La pianificazione: le azioni e il piano di lavoro - Lo sviluppo dei progetti comunitari diretti e strutturali - La Matrice di Finanziabilità di un progetto e il Logical Framework - Lo sviluppo della Partnership internazionale e locale: come identificare partner, i loro ruoli, i sub-contractors e il project coordinator.
La strutturazione del progetto: mission, strategia, coerenza con gli obiettivi dell’organizzazione - Impostazione del budget, spese ammissibili, il cofinanziamento - Gestione del progetto: dalla nascita alla conclusione; negoziazione e contratto con l’UE, vincoli e regole - La disseminazione dei risultati - Cenni sulla valutazione: obiettivi, procedure, interlocutori. Testimonianza: analisi di progetti di successo con l’utilizzo di formulari già redatti (relativi a progetti già approvati dalla Commissione Europea).
Esercitazione 2: creazione di un consorzio - identificazione degli stakeholders, partnership building e stesura di un contratto di partenariato.

Giorno 2
Ore 09:00 - 14:00
La Banca Mondiale e il cultural heritage: paesi e settori d'intervento, politiche e tendenze anche alla luce della recente strategia di riforma della Banca. Gli altri principali Istituti Finanziari Internazionali: ruoli, politiche e opportunità per le imprese italiane in Africa, Asia , europa dell'Est e Sud America. Gli IFI e l'urban planning: un nuovo settore d'investimento per gli istituti finanziari internazionali, una opportunità per le imprese italiane. La competitività italiana nelle gare e negli appalti degli Istituti Finanziari Internazionali: tra settori in declino, opportunità di mercato e punte d'eccellenza.
Le modalità operative di lavoro con la Banca Mondiale e gli altri IFI: la creazione di un nuovo business model per l'internazionalizzazione. Il ciclo di vita del progetto e i principali stakeholders di riferimento per poter lavorare con la Banca in Italia e all'estero (Ministeri, enti per l'internazionalizzazione, ambasciate, rappresentanti nazionali presso gli IFI, project managers della Banca etc). Simulazione operativa di una missione di lobby presso la Banca Mondiale sulla base di un progetto reale, con stesura del working plan e del budget.
Individuazione delle opportunità di business
-Analisi preliminare e fonti d'informazione
-Individuazione delle opportunità e dei progetti pertinenti alle proprie aree di business
-I bandi di gara e i regolamenti
Come competere per i bandi di gara della Banca Mondiale e degli altri IFI: principi generali di procurement e le ultime novità della revisione delle guidelines 2012-2014
-Le gare della Banca Mondiale e gli altri IFI tra corporate procurement e procurement dei progetti: dove trovo l'informazione, manuali, guidelines, key players e il procurement plan
-Gli aspetti specifici delle gare per la fornitura di beni e servizi di consulenza: casi pratici
-Simulazione operativa della partecipazione ad un call for tender

Materiale didattico

Dispense predisposte dal docente e ampia selezione di specifici materiali di documentazione, di ricerca e fonti informative su bandi e programmi, su chiavetta usb. Abbonamento tre mesi alla banca dati agevolazioni FASI.biz Start

Docente

Luca Costa Sanseverino - Esperto di nazionalità italo-inglese, laurea in Scienze Politiche e master in economia dei mercati emergenti. Con più di 15 anni di esperienza, ha lavorato con diversi istituti finanziari internazionali e organizzazioni internazionali con la Banca Mondiale e le Nazioni Unite anche in ambito post conflitto, oltre ad aver assistito società private italiane ed inglesi nei loro processi d'internazionalizzazione con finanziamenti europei. Possiede una profonda conoscenza delle politiche progettuali, delle regole di procurement e dei programmi sia a livello di donor bilaterale che multilaterale, oltre ad una eccellente conoscenza del settore privato nella sua interazione con le istituzioni pubbliche internazionali. Con l'esperienza di project management in 4 continenti, attualmente si occupa di investimenti infrastrutturali, assistenza alle PMI e progetti in ambito culturale, oltre alla docenza presso il Business School de ILSOLE24ORE a Roma e a Milano.

Quota di iscrizione

La quota di iscrizione comprende: partecipazione al corso, documentazione su penna Usb, n. 2 coffe break, attestato di partecipazione, abbonamento Start 3 mesi Banca Dati Agevolazioni FASI.biz.

Le iscrizioni si accettano se accompagnate da attestato pagamento.

□ € 490 + IVA (Totale: € 597,80 IVA inclusa)

Per maggiori informazioni scrivere a: Valentina De Somma, v.desomma@fasi.biz

Tutti i corsi sono finanziabili con i fondi interprofessionali tramite voucher o possono essere progettati ad hoc secondo il fabbisogno specifico di un'azienda e presentate come piano formativo aziendale.
FASI.biz ha individuato hc quale partner per supportare i partecipanti nella richiesta e gestione dei finanziamenti alla formazione. Per richiedere informazioni e verificare le disponibilità di tutti i Fondi contattare v.desomma@fasi.biz - tel. 06.83398803

Hanno frequentato i nostri corsi:

Telecom Cdp Enel SEA Umbria Export Planetek Cdo Intertrade



Corsi Formazione    |    PickCenter    |    Set ricorrente


Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.