logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

INPS: centri estivi diurni 2023

Data apertura
01 Jun 2023
Data chiusura
20 Jun 2023
Agevolazione
Nazionale

Descrizione

Bando di concorso Centri estivi diurni 2023.

 

Obiettivo

Il bando di concorso è finalizzato ad offrire a minori di età compresa tra i 3 e i 14 anni la possibilità di fruire di centri estivi in Italia, durante la stagione estiva 2023 (nei mesi di giugno, luglio, agosto, e fino al 9 settembre 2023).

Beneficiari

All’interno del presente bando sono previste tre distinte figure: il titolare del diritto, il beneficiario, il richiedente. 

Il titolare del diritto è individuato tra i seguenti soggetti:

  • a) il dipendente e il pensionato della Pubblica Amministrazione iscritto alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • b) il pensionato utente della Gestione Dipendenti Pubblici ivi compresi i titolari di pensione indiretta o di reversibilità. 

Il beneficiario è il giovane destinatario della prestazione figlio o orfano del titolare del diritto e suoi equiparati. Sono equiparati ai figli, i giovani regolarmente affidati. Sono equiparati agli orfani, i figli di titolare riconosciuto permanentemente inabile a qualsiasi attività lavorativa. Sono ammessi al concorso i minori, che abbiano una età compresa tra i 3 e i 14 anni compiuti alla data del 30 giugno 2023.

Il richiedente, ovvero colui che presenta la domanda di partecipazione al concorso, è individuato tra i seguenti soggetti:

  • a) il titolare del diritto in qualità di genitore del beneficiario;
  • b) il coniuge del titolare, in caso di titolare deceduto e senza diritto alla pensione di reversibilità del coniuge stesso, in qualità di “genitore superstite” e il coniuge del titolare decaduto dalla responsabilità genitoriale, in qualità di “genitore richiedente”;
  • c) l’altro genitore, ancorché non coniugato con il titolare del diritto, in caso di decesso di quest’ultimo o in caso di titolare del diritto decaduto dalla responsabilità genitoriale;
  • d) il tutore del figlio o dell’orfano del titolare del diritto. 

Interventi ammissibili

L’Inps, in particolare, riconosce un contributo a totale o parziale copertura del costo sostenuto per la partecipazione ad un centro estivo diurno in Italia, nelle mensilità indicate in 'Obiettivo', della durata da un minimo di una settimana (cinque giorni) ad un massimo di quattro settimane (20 giorni) anche non consecutive, organizzato da un unico fornitore - che abbia le prescritte autorizzazioni di legge allo svolgimento delle attività - scelto dal richiedente la prestazione, che comprenda almeno le spese connesse alle attività ludico-ricreative-sportive previste, le spese di vitto (merende e pranzo), eventuali gite, e quant’altro previsto nel programma del centro estivo medesimo, nonché le previste coperture assicurative. Il soggiorno deve essere finalizzato alla gestione costruttiva del tempo libero dei giovani ospiti in costanza dell’interruzione estiva delle attività scolastiche.

Il centro estivo diurno deve svolgersi presso una sede logistica:

  • conforme ai protocolli di sicurezza previsti dalla normativa vigente per Covid-19 e riferite alla gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini e adolescenti; 
  • conforme alle vigenti normative in materia di igiene e sanità, prevenzione incendi, di sicurezza degli impianti; 
  • adeguata in termini di accessibilità e abbattimento delle barriere architettoniche; 
  • dotata di locali al coperto dove organizzare l’accoglienza degli ospiti e conservarne gli eventuali effetti personali; 
  • dotata di locali al coperto dove poter svolgere attività ludicoricreative in caso di maltempo; 
  • dotata di locale idoneo alla distribuzione e al consumo di pasti e di servizi igienici adeguati, attrezzati e accessibili; 
  • dotata di spazi adeguati dove svolgere le attività esterne previste dal programma ludico-ricreativo-sportivo;
  • dotata di presidio di pronto soccorso. 

La struttura organizzativa – nel caso in cui il centro estivo consenta l’accesso ai disabili – dovrà comprendere personale direttivo, educativo, ausiliario e addetto alla gestione dei giovani disabili in possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente per lo svolgimento di tali funzioni. 

Budget e Tipologia di incentivo

L’Inps riconosce n. 3.000 contributi di importo massimo settimanale pari ad € 100, per un massimo di quattro settimane, anche non consecutive.

Il contributo per i centri estivi è incompatibile con le prestazioni dei Bandi Estate INPSieme in Italia 2023 ed Estate INPSieme all’estero e vacanze tematiche in Italia riservate a studenti delle scuole superiori 2023 e con contributi per il medesimo servizio eventualmente erogati da altri enti o amministrazioni.

Il richiedente la prestazione, all’atto della presentazione della domanda di partecipazione al concorso, deve aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE ordinario o ISEE minorenni, laddove ne ricorrano le condizioni. L’attestazione ISEE è rilasciata dall’INPS o dagli Enti Convenzionati (CAF, Comuni, etc.) previa presentazione della predetta Dichiarazione Sostitutiva Unica da parte del richiedente. 

Tempi e scadenze

La domanda deve essere trasmessa dal beneficiario a decorrere dalle ore 12.00 del 1° giugno 2023 e non oltre le ore 12.00 del 20 giugno 2023.

Aggiornamenti e Link

INPS

Bando 2023

Beneficiari e Finalitá

Stato agevolazioni
Inattive
Organizzazione
Privato
Settori
Sociale
Finalita'
Inclusione social
Ubicazione Investimento
Italy

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo
Tags
Inps, Centri estivi, Centri estivi diurni
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.