logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Mipaaft: Piano operativo Agricoltura - FSC 2014-2020

AgricolturaIl Piano operativo per l'agricoltura e l'agroalimentare, a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020, finanzia interventi relativi alle tematiche Infrastrutture, sviluppo economico e produttivo, ambiente e rafforzamento della PA.

 

Il Piano operativo Agricoltura si articola in 4 sotto piani:

  • Contratti di filiera e contratti di distretto (60 milioni di euro),
  • Interventi nel campo delle infrastrutture irrigue, bonifica idraulica, difesa dalle esondazioni, bacini di accumulo e programmi collegati di assistenza tecnica e consulenza (295 milioni di euro),
  • Multifunzionalità della foresta e uso sostenibile delle risorse rinnovabili nelle aree rurali (5 milioni di euro),
  • Agricoltura 2.0 (40 milioni di euro).

Contratti di filiera e di distretto

I contratti di filiera e di distretto, istituiti dall’articolo 66 della legge n. 289/2002, sono uno strumento agevolativo dedicato al sostegno di investimenti di rilevanza nazionale nel settore agroalimentare e delle agroenergie, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo delle filiere, i processi di riorganizzazione dei rapporti tra i soggetti della filiera, anche alla luce della riconversione in atto nei diversi comparti, di stimolare la creazione di migliori relazioni di mercato e garantire prioritariamente ricadute positive sulla produzione agricola.

La destinazione di una apposita copertura finanziaria in conto capitale per 60 milioni di euro che si associa ai 200 milioni di euro del Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca (FRI) della Cassa depositi e prestiti S.p.A., già assegnati dal CIPE con delibera 24/2016, consentirà di rispondere in tempi brevi alla domanda di investimenti adeguati per competere sui mercati internazionali in termini di qualità e innovazione di prodotto.

Infrastrutture irrigue

Gli interventi nel campo delle infrastrutture irrigue, bonifica idraulica, difesa dalle esondazioni, bacini di accumulo e programmi collegati proposti, finanziati per un importo di 295 milioni di euro, si inquadrano nell’ambito di una strategia rivolta alla riduzione/contenimento dei processi di desertificazione e salvaguardia degli ecosistemi, adeguamento ai cambiamenti climatici nelle zone agricole a rischio esondazione, di miglioramento della qualità e quantità dei corpi idrici superficiali e sotterranei.

Tale strategia è complementare ed integrata con quanto previsto dall’Accordo di Partenariato sottoscritto con la Commissione Europea per l’utilizzo dei fondi strutturali e di coesione europei, con riferimento soprattutto al Programma di sviluppo rurale nazionale (PSRN), da attuare su tutto il territorio nazionale per un importo di 300 milioni di euro cofinanziati con risorse comunitarie FEASR.

Multifunzionalità della foresta

La multifunzionalità della foresta e l’uso sostenibile delle risorse rinnovabili nelle aree rurali sono volte a promuovere una corretta gestione delle aree silvo-pastorali di montagna, allo scopo di assicurare la residenzialità in territori altrimenti destinati all’abbandono, attraverso l’attuazione di specifiche azioni per favorire la crescita dell’occupazione con iniziative imprenditoriali localizzate nelle aree rurali e marginali e con interventi di protezione e tutela dalle calamità naturali.

In particolare, si è deciso di focalizzare l’attenzione sulla gestione forestale sostenibile sulle filiere forestali produttive locali (legnose e non legnose, di beni e servizi) caratterizzate da differenti livelli di attenzione in ambito regionale e locale.

Agricoltura 2.0

Il Piano Agricoltura 2.0 comprende un programma di interventi di semplificazione ed innovazione finalizzato all’incremento della capacità amministrativa per un importo di 40 milioni di euro rientranti nella Strategia per la crescita digitale 2014-2020 – Agenda digitale e si concentra su tre ambiti:

  • il primo consente di realizzare il progetto di innovazione del Sistema informatico agricolo nazionale (SIAN);
  • gli altri due sono finalizzati rispettivamente alla configurazione di servizi di innovazione per l’amministrazione e per le imprese.

Nell’ambito del Piano operativo agricoltura è prevista un’attività di assistenza tecnica fino al massimo dell’2% del totale delle risorse assegnate in ambito FSC.

Soggetto gestore
Ministero delle Politiche agricole
Pubblicato
30 Oct 2018
Ambito
Nazionale
Settori
Agricoltura, Alimentare
Stanziamento
€ 400 000 000
Finalita'
Ammodernamento, Innovazione, Promozione, Sviluppo, Tutela ambientale
Ubicazione Investimento
Europe, Italy
Tags
Piano operativo fsc
Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.