logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Campania: Bando per il credito d'imposta sui nuovi investimenti produttivi

 
Regione CampaniaDopo la pubblicazione del disciplinare avvenuta lo scorso anno e in cui si fissavano le regole per usufruire del Credito d’Imposta Regionale per Nuovi Investimenti Produttivi, è ora imminente l'emanazione dell'avviso e della relativa modulistica. L'agevolazione riguarda l'acquisto di beni materiali ed immateriali (software, brevetti) e mira al sostegno ed allo sviluppo delle imprese sul territorio regionale. Le risorse messe a disposizione ammontano a 60 milioni di euro, di cui 50 milioni di euro a valere sui fondi del P.O. FESR 2007-2013 e 10 milioni di euro a valere sui fondi del PASER.
I soggetti destinatari sono le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese (PMI) indipendentemente dalla natura giuridica assunta, che effettuano nuovi investimenti destinati a strutture produttive già esistenti o che vengano impiantate nel territorio regionale.

Sono ammesse le imprese di tutti i settori ad esclusione di:

  • pesca ed acquacoltura;
  • produzione primaria di prodotti agricoli;
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;
  • industria carboniera;
  • industria siderurgica;
  • cantieristica navale;
  • fibre sintetiche.
Sono agevolabili gli investimenti consistenti nell'acquisto, anche mediante contratti di locazione finanziaria, di beni strumentali nuovi, materiali ed immateriali, destinati alla:
  • creazione di una nuova struttura produttiva;
  • estensione, diversificazione della produzione, anche mediante prodotti nuovi aggiuntivi, o alla trasformazione fondamentale del processo produttivo complessivo di una struttura produttiva già esistente sul territorio regionale.

L'agevolazione consiste nel riconoscimento di un contributo in conto impianti ed è calcolata come percentuale dell’investimento agevolabile fino ad un massimo del 40% in ESL (Equivalente Sovvenzione Lordo).

L’impresa beneficiaria deve partecipare al finanziamento dell’investimento agevolato con un apporto pari almeno al 25% delle spese ammissibili.

Il credito d’imposta viene attivato mediante procedura valutativa a sportello, articolata in 3 fasi:
  • Fase di Accesso;
  • Fase di Istruttoria/Valutazione;
  • Fase di Approvazione.
Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.