logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

MSE: rimodulate le risorse finanziarie per il Decreto Incentivi

 

Euro banknotes - foto di MattesUn decreto con cui si rimodulano le risorse residue del piano governativo di incentivi al consumo per circa 110 milioni di euro in un fondo unico a favore di tutti i dieci settori incentivati è stato firmato dal Ministro dello Sviluppo Economico Romani. Con lo sblocco della disponibilità di cassa delle risorse da parte del Ministero dell’Economia e Finanze, sono state avviate le procedure di pagamento dei rimborsi spettanti ai negozianti sulle pratiche di incentivo inviate nei mesi di operatività della misura.

I consumi dei cittadini e delle imprese incentivati dal decreto legge n. 40/2010 riguardano i seguenti settori:

  • motocicli
  • cucine componibili complete di elettrodomestici efficienti
  • elettrodomestici
  • immobili ad alta efficienza energetica
  • internet veloce per i giovani
  • rimorchi e semirimorchi
  • macchine agricole e macchine movimento terra
  • gru a torre per edilizia
  • componenti elettrici ed elettronici
  • nautica da diporto

Per effettuare gli adeguamenti necessari alla nuova modalità di gestione della misura, nonché per testare le funzionalità del nuovo sistema unico di prenotazione degli incentivi, il prosimo 2 novembre il sito web dedicato http://incentivi2010.sviluppoeconomico.gov.it non sarà operativo per le fasi di autenticazione e prenotazione di nuovi incentivi, ma solo per le attività di consultazione ed informazione a rivenditori e consumatori.

Quadro della misura di contributi, risorse erogate e risorse disponibili per i 10 settori incentivati (al 18.10.2010)

Quadro delle pratiche validate ed immediatamente rimborsabili per i dieci settori incentivati (al 18.10.2010)

Grafici riassuntivi dell'andamento delle 10 misure settoriali

La riassegnazione dei fondi è stata fatta sulla base delle informazioni sullo stato delle prenotazioni dei contributi per i 10 settori incentivati fornito da Poste Italiane Spa, gestore delle procedure amministrative, del call center e del sistema informatico dell’operazione.

Per consentire ai consumatori il pieno ed ottimale utilizzo di tali risorse residue, il Ministro ha deciso di effettuare un’unica variazione compensativa tra tutti i settori che consentirà di far confluire tutte le risorse ancora non prenotate in una disponibilità comune ai settori stessi.

Il fondo unico così costituito sarà reso disponibile per le prenotazioni dei rivenditori e consumatori a partire dal 3 novembre prossimo.

Fino a tale data, i settori incentivati che ancora presentano una disponibilità di risorse rispetto alla dotazione iniziale, potranno continuare a prenotare i contributi secondo le modalità già in vigore.

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.