logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Nasce Margherita, il primo fondo europeo di private equity per le infrastrutture

 
Parigi, la sede della Caisse des DépôtsNel panorama finanziario spunta “Margherita”, il fondo di investimento equity per le infrastrutture europee nei settori dell'ambiente, dell'energia e dei trasporti. Il progetto ha preso formalmente il via nell’ambito di un meeting che si è svolto oggi a Parigi tra i titolari delle quattro istituzioni fondatrici del Club degli Investitori di lungo termine: Philippe Maystadt, Presidente della Banca Europea degli Investimenti (BEI), Franco Bassanini, presidente della Cassa depositi e prestiti, Augustin de Romanet direttore generale della Et Consignations francese (CDC) e Ulrich Schröder, Presidente della Kfw Bankengruppe tedesca.

Nel corso dell’incontro a Quai Anatole, sede della Cassa francese, è stato approvato il protocollo d'intesa che ne stabilisce la struttura, gli obiettivi e le regole di funzionamento. Si tratta di un fondo di investimento equity, nato da una proposta avanzata da Giulio Tremonti durante una riunione Ecofin del settembre 2008: la proposta è stata poi approvata dal Consiglio europeo del dicembre dello stesso anno, come una delle misure chiave del Piano di Rilancio Economico Europeo.

Il Fondo avrà un primo obiettivo di raccolta di 1,5 miliardi di euro in equity, più 5 miliardi di “Debt Co-financing Iniziative”, e potrà finanziare investimenti per 25-30 miliardi: costituirà così il primo veicolo finanziario europeo nel campo del finanziamento equity delle infrastrutture, nonché il primo strumento di cooperazione tra i grandi investitori di lungo termine europei.

Tre gli aspetti innovativi del Fondo Margherita:
  • la priorità garantita ai progetti che rispondono agli obiettivi in materia di lotta ai cambiamenti climatici, definiti dall’Unione europea;
  • la governance e la gestione finanziaria, coerenti con la filosofia degli Investitori di lungo termine;
  • un sistema di incentivazione e remunerazione del suo team management, aderente agli orientamenti del G20.

I quattro presidenti hanno anche deciso di accogliere, su una base paritaria, due nuovi “Core Sponsors” del Fondo Marguerite: l’Istituzione spagnola Istituto de Credito Oficial (ICO) e la polacca Powszechna Kasa Oszczednosci Bank Polki (PKO BP), ampliando così la base degli Investitori, conformemente al mandato loro assegnato dal Consiglio Europeo. E’ previsto, inoltre, che la stessa Commissione Europea entrerà nel fondo con un conferimento iniziale di 80 milioni di euro.

Fonte: CDP

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.