logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

BCE: nuovo taglio dei tassi dello 0,50 percento

TrichetLa Banca Centrale Europea oggi ha tagliato ancora i tassi di interesse  di 50 punti  attestando quello sulle operazioni di rifinanziamento principali dell’Eurosistema all’1,50 percento, con decorrenza 11 marzo 2009. Dalla stessa data anche quello sulle operazioni marginali sarà del 2,50 percento, mentre il tasso di interesse sui depositi presso la banca centrale è dello 0,50 percento. Al Ministero dell'Economia si è tenuta la giornata Imprese, Lavoro e Banche per discutere soluzioni alla crisi.

Il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, ha dichiarato che le precedenti stime di dicembre sul PIL nella zona euro sono state ''riviste al ribasso'': nel 2009 l'indicatore si sovrebbe attestare tra un il  -3,2% e -2,2%, mentre nel 2010 si dovrebbe registrare una crescita dello 0,7%.

Conferenza Stampa BCE - 05.03.2009
{mp4remote}http://www.thomson-webcast.net/de/portals/download.mp4?portal_id=d86c4a6a07cbe8ae9f6ecedead3473f3&presentation_id=b8e0f58778b968caa02de403a56730e6&video_id=e15a0fc589dcc45e49bab7733af62730 {/mp4remote}
(Fonte: European Central Bank)

Anche la Banca d'Inghilterra ha tagliato il costo del denaro di un ulteriore mezzo punto portando i tassi allo 0,50%, minimo storico.

Al ministero dell'Economia si è tenuto il cosidetto Liquidity Day, un incontro a cui hanno partecipa Tremonti, Maroni e il Ministro dello Sviluppo Economico, Scajola, la Confindustria, i rappresentanti delle piccole e medie imprese, il mondo bancario, i sindacati, la Cassa Depositi e Prestiti, la Sace e l'Agenzia delle Entrate per verificare la situazione del credito e della liquidità delle imprese.

Emma Marcegaglia, presidente Confindustria ha evidenziato la necessità di capire cosa fare per cercare di far durare la crisi il meno possibile, altrimenti si creerebbe un serio danno al sistema imprenditoriale del Paese e quindi anche dei lavoratori'.

Tremonti, ha annunciato che si protrebbero trovare altre risorse per gli ammortizzatori sociali e che il governo vuole sbloccare 7 grandi opere ferme per colpa della burocrazia. 

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.