logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Umbria: Programma Operativo Annuale POA 2008-2009 per l'edilizia da 55milioni di euro

PerugiaLa Regione ha presentato il Programma Operativo Annuale - POA 2008-2009 che prevede investimenti per 55 milioni di euro nell'edilizia sociale. Saranno realizzati 800 alloggi, di cui la metà costruiti secondo tecniche sperimentali (bioedilizia, certificazione energetica,). Gli appartamenti saranno dati in locazione a studenti e anziani attraverso specifici bandi regionali. Gli investimenti riguarderanno anche il recupero di strutture esistenti e interventi di riqualificazione nei centri storici (PUC e contratti di quartiere). 

Tra gli altri provvedimenti della  Regione ci sono la sospensione delle rate del mutuo per la prima casa a favore dei cassaintegrati e a breve la costituzione del Fondo regionale per l’affitto, con uno stanziamento di circa 2 milioni di euro.

I programmi operativi annuali (POA) di edilizia residenziale pubblica “rientrano” nella programmazione triennale 2008-2010 e sono definiti sulla base delle segnalazioni pervenute dai Comuni ai quali la Giunta regionale chiede in via preventiva una stima sul fabbisogno abitativo (“sociale” o “concordato) e sull’esistenza di eventuali immobili pubblici da recuperare o aree, pubbliche o private, dove realizzare gli interventi.

Le risorse a disposizione consentiranno, per le due annualità, di “coprire” poco più del 40 per cento delle richieste e delle proposte dei Comuni. Alta tensione abitativa, immediata “cantierabilità” degli interventi e, nel caso dell’edilizia sociale, disponibilità di immobili o aree pubbliche, sono stati i criteri di priorità tra i Comuni.

Il totale delle risorse disponibili pari a 54milioni e 600mila euro consentirà di realizzare 375 alloggi nelle categorie tradizionali a canone sociale e a locazione a termine a canone concordato. A questi si aggiungono alloggi che seguono tecniche di costruzioni sperimentali, tipo bioedilizia, e appartamenti da dare in locazione a studenti e anziani e per i quali sono previsti specifici bandi regionali.     

Il dettaglio della ripartizione delle risorse per capitoli di intervento è il seguente:

  • Fondo regionale per l’affitto: POA 2008, 500mila euro, POA 2009, 1milione e 500mila euro;
  • Locazione a canone sociale: POA 2008 e 2009, 8milioni euro per annualità;
  • Locazione a termine e con proprietà differita, 5milioni per ciascuna annualità;
  • Locazione permanente, 3milioni per annualità;
  • Interventi sperimentali (bioarchitettura, residenze per anziani e studenti): POA 2008, 5milioni e 500mila, POA 2009, 5milioni 340mila;
  • Interventi su PUC e Contratti di quartiere: POA 2008, 2milioni, POA 2009, 3milioni e 500mila;
  • Interventi nei centri storici: POA 2009, 3milioni.

Il dettaglio degli alloggi per tipologia e per Comune:

  • Locazione a canone sociale: Foligno, 8 alloggi, Marsciano 8, Orvieto 8, Perugia 30, Pietralunga 6, Spoleto 7, Terni 30, Tuoro 6, Umbertide 7 (totale 110);
  • Canone concordato con locazione a termine e a proprietà differita: Città di Castello 12, Foligno 16, Gualdo Tadino 9, Marsciano 12, Orvieto 12, Perugia 36, S. Giustino 12, Terni 55, Torgiano 10 (totale 174);
  • Locazione permanente: Foligno 5, Orvieto 4, Perugia 32, Spoleto 18, Terni 32 (totale 91).
Le altre categorie di intervento (in termini di obiettivi e ripartizione delle risorse) sono definiti dal piano triennale 2008-2010. Al Fondo regionale per l’affitto (che sperimenta una nuova strategia di azione, ritenuta più efficace, commisurata ai pesanti tagli alle risorse trasferite dallo Stato alla Regione) andranno nel triennio 4 milioni e 500mila euro. Agli interventi sperimentali saranno destinate 10milioni e 840mila euro, a quelli di riqualificazione urbana (PUC e Contratti di quartiere) e nei centri storici andranno, rispettivamente, 6milioni e 500mila e 5milioni di euro.
(Fonte: Regione Umbria)

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.