logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Fondi Ue - De Vincenti, ok ultimi POR e PON 2014-2020 entro ottobre

 

Delegazione eurodeputati in Sicilia - fonte: Parlamento europeo

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio lo ha dichiarato in occasione della visita in Sicilia di una delegazione di eurodeputati

L'Italia dovrebbe ottenere il via libera della Commissione europea a tutti i Programmi operativi FSE e FESR 2014-2020 entro il mese di ottobre e riuscire a spendere entro fine anno le risorse Ue della scorsa programmazione. Lo ha detto il sottosegretario Claudio De Vincenti nel corso della missione di una delegazione di europarlamentari in Sicilia.

A guidare la delegazione, che lascia oggi l'isola, l'europarlamentare francese Younous Omarjee, mentre a promuovere l'iniziativa è stata l'eurodeputata siciliana Michela Giuffrida. Al centro della visita, la necessità di migliorare, in collaborazione con Bruxelles, l'utilizzo delle risorse della Politica di coesione da parte dell'amministrazione regionale e le prospettive di spesa per i 4,5 miliardi assegnati alla Sicilia per il settennato 2014-2020.

“La Sicilia - ha dichiarato Omarjee - ha molte difficoltà ma anche molte potenzialità. I fondi di coesione sono un’opportunità che l’isola non può mancare di sfruttare appieno. In questi giorni abbiamo visitato progetti di eccellenza e abbiamo visto come, quando i finanziamenti europei vengono utilizzati bene, si possono fare cose meravigliose legate alla produzione di energia pulita, all’innovazione tecnologica e allo sfruttamento delle risorse naturali rispettando l’ambiente”. Tra i siti visitati dagli eurodeputati rientrano il Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia, lo stabilimento della 3Sun per la produzione di pannelli fotovoltaici e il castello di Modica restaurato con il cofinanziamento dell'Ue.

La delegazione ha anche incontrato il sindaco di Catania Enzo Bianco, che ha sollecitato l'Unione europea ad agevolare l'accesso dei Comuni ai fondi Ue, "con meno intermediazioni e burocrazia possibile, e di rompere il circolo vizioso per cui mancano i soldi per la progettazione. Senza progettazione non si può partecipare ai bandi europei e quindi non si accede ai fondi comunitari".

Alla missione degli europarlamentari si è aggiunto, in video conferenza, anche il sottosegretario De Vincenti che ha fatto il punto sul quadro nazionale per la nuova programmazione dei fondi europei: 47 dei 50 Programmi operativi dell'Italia sono già stati approvati e gli ultimi tre in attesa del via libera di Bruxelles - cioè i POR FSE-FESR di Calabria e Campania e il PON Legalità - dovrebbero ottenere l'ok definitivo entro poche settimane.

Link
Ue - adottati POR 2014-2020 di Basilicata, Sicilia e Veneto
Corte Conti Ue boccia strumenti finanziamento per microimprese

Calabria - incontro Regione-Governo su utilizzo fondi Ue

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.