logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Bonus Fiscale per i distributori e Bonus Gas per i consumatori

 
Monete EuroCon un emendamento al decreto sugli interventi per il rilancio dell'economia appena presentato al Parlamento sono stati assicurati i 23 milioni di euro necessari per la copertura del bonus fiscale per il 2009 per i gestori della rete di distribuzione dei carburanti. In arrivo inoltre il bonus gas sulle bollette, che permetterà alle famiglie con bassi redditi di ottenere una riduzione delle bollette del gas del 15% circa.

Con l'approvazione del bonus fiscale per i distributori di carburante è stato risolto il problema dello sciopero dei prossimi giorni. A tal fine il Ministero dello Sviluppo Economico fisserà una serie di incontri nel mese di luglio con le compagnie petrolifere per risolvere il contenzioso pregresso.

Per quanto riguarda il bonus sulle bollette, potranno accedere al bonus gas (per la fornitura nell’abitazione di residenza) i clienti domestici con indicatore ISEE non superiore a 7.500 euro, nonché le famiglie numerose (4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 euro, gli stessi parametri che permettono ai clienti domestici di accedere anche al bonus elettrico per disagio economico.

Il bonus gas potrà essere richiesto anche da coloro che, in presenza dei requisiti ISEE e di residenza indicati, utilizzano impianti di riscaldamento condominiali, ovviamente a gas naturale.

Per tutti i clienti che hanno sottoscritto direttamente un contratto per la fornitura di gas naturale, il bonus sarà riconosciuto come una componente in deduzione nelle bollette; per tutti i clienti che, invece, usufruiscono di impianti centralizzati di riscaldamento e non hanno un contratto diretto di fornitura, il bonus sarà riconosciuto attraverso un bonifico intestato al beneficiario.

Il valore del bonus gas sarà differenziato:

  • per zona climatica (in modo da tener conto delle diverse esigenze di riscaldamento, legate alle diverse condizioni climatiche);
  • per tipologia di utilizzo (solo cottura cibi e acqua calda, o solo riscaldamento, oppure cottura cibi più acqua calda e riscaldamento);
  • per numerosità delle persone residenti nella medesima abitazione.

Il diritto al bonus ha una validità di 12 mesi. Al termine di tale periodo, per ottenere l’eventuale rinnovo, il consumatore dovrà presentare una domanda accompagnata da una certificazione ISEE aggiornata, che attesti il permanere delle condizioni di disagio economico.

Per richiedere il bonus è prevista un’apposita modulistica, da consegnarsi al proprio Comune di residenza o presso altro istituto eventualmente designato dallo stesso Comune (ad esempio i centri di assistenza fiscale CAF). La modulistica sarà resa disponibile anche sui siti internet www.autorita.energia.it e www.sviluppoeconomico.gov.it entro la fine del prossimo mese di settembre.

MSE: Bonus Gas, Bonus per i distributori di carburante

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.