logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Fondo Sviluppo e Coesione – finanziamenti per asili, strade e agrifood

 

Cabina regia FSC - Photo credit: Ministero SudVia libera della cabina di regia del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) allo stanziamento di circa 200 milioni di euro per interventi nelle Città metropolitane, nei piccoli Comuni e a sostegno dell'agroalimentare made in Italy.

Sicurezza strade e scuole - pronti oltre 3 miliardi per le Province

La cabina di regia del FSC si è riunita presso la Sala Verde di Palazzo Chigi, sotto la presidenza della ministra per il Sud Barbara Lezzi.

Il primo stanziamento, da 21 milioni di euro, riguarda il “Piano straordinario Asili Nido”. Un intervento destinato alle 7 Città metropolitane del Sud - Bari, Cagliari, Catania, Messina, Napoli, Palermo e Reggio Calabria - e finalizzato alla costruzione di nuove strutture, “la cui urgenza mi è stata manifestata da più sindaci”, ha spiegato Lezzi.

Vale invece 80 milioni di euro il “Piano straordinario di messa in sicurezza delle strade”, rivolto ai Comuni con meno di 2 mila abitanti delle aree interne del Sud e delle Isole. In questo caso le risorse del Fondo Sviluppo e Coesione sono destinate ai “piccoli Comuni, soprattutto delle aree interne, perché si tratta di comunità che spesso soffrono di gravi disagi e che hanno accesso a risorse molto contenute”, ha precisato la ministra. I fondi verranno gestiti dalle Regioni per interventi sulle strade comunali diretti ad “agevolare la mobilità e gli spostamenti lungo reti stradali che in molti casi vengono abbandonate a loro stesse”, ha concluso Lezzi.

Infine, 100 milioni di euro andranno ad aggiungersi alla dotazione per il finanziamento dei contratti di filiera e di distretto gestiti dal Ministero delle Politiche agricole all'interno del Piano operativo Agricoltura. Il contributo previsto passa così da 110 a 210 milioni di euro a fondo perduto, a cui si aggiungono le risorse di Cassa depositi e prestiti, attualmente pari a 200 milioni di euro.

“Vogliamo mettere la filiera agroalimentare al centro della nuova strategia per il Made in Italy. Proprio per questo abbiamo messo a disposizione uno stanziamento economico senza precedenti. Il futuro dell'agricoltura passa necessariamente attraverso una filiera sana, virtuosa e di eccellenza. Il nostro obiettivo è quello di trasformare l'agricoltura in una agricoltura importante e di qualità, ma anche e soprattutto moderna”, ha dichiarato il ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio.

Il quarto bando per il sostegno dei contratti di filiera e di distretto è stato infatti accolto con grande interesse da parte delle imprese agricole e agroalimentari, con 48 progetti presentati al Mipaaft, di cui l'80% provenienti dal Mezzogiorno, e proposte di investimento nelle filiere agroalimentari per oltre 1,25 miliardi di euro.

Mipaaf – circolare su finanziamenti agroalimentare per contratti di filiera e distretto

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.