logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Fondo Cinema e audiovisivo 2019 - le risorse per tax credit e contributi

Cinema - Photo credit: Foto di Michael Gaida da Pixabay Il Ministero dei Beni culturali pubblica i decreti relativi al riparto parziale delle risorse del Fondo per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e nell'audiovisivo istituito dalla legge 220 del 2016.

Legge Cinema e audiovisivo – nuovo Fondo per tax credit e contributi

La dotazione del Fondo per il cinema e l'audiovisivo per l'annualità 2019 ammonta complessivamente a 404 milioni di euro, in leggero aumento rispetto ai 400 milioni dello scorso anno.

Tax credit Cinema – i codici tributo per l'utilizzo in compensazione

Di questi, 356,7 milioni di euro sono stati ripartiti con il decreto ministeriale n. 149 del 14 marzo 2019, poi modificato dal decreto n. 179 del 17 aprile.

In particolare, le risorse per gli incentivi fiscali, pari a 233 milioni di euro, sono così distribuite:

  • 156 milioni per il tax credit produzione, distribuiti tra produzione di opere cinematografiche (94 milioni di euro) e produzione di opere audiovisive e a contenuto video-ludico (62 milioni di euro);
  • 5 milioni per il tax credit distribuzione;
  • 15 milioni per il credito di imposta per le imprese dell'esercizio cinematografico;
  • 23 milioni per gli esercenti sale cinematografiche per il potenziamento dell'offerta;
  • 30 milioni per il credito di imposta per l'attrazione in Italia di investimenti cinematografici e audiovisivi;
  • 4 milioni per il credito di imposta per le imprese non appartenenti al settore cinematografico e audiovisivo.

Tax credit Cinema – chiarimenti su sale e attrazione investimenti

Le risorse per la concessione dei contributi, invece, sono assegnate in misura pari a:

  • 32 milioni e 520mila euro per i contributi selettivi a favore di opere prime e seconde, realizzate da giovani autori, di animazione, ecc;
  • 39 milioni e 60mila euro per i contributi alle attività di promozione cinematografica e audiovisiva,
  • 12 milioni e 120mila euro per favorire lo sviluppo della cultura cinematografica e audiovisiva in Italia,
  • 30 milioni di euro per la realizzazione del Piano straordinario per il potenziamento del circuito delle sale cinematografiche e polifunzionali,
  • 10 milioni di euro per la realizzazione del Piano straordinario per la digitalizzazione del patrimonio cinematografico e audiovisivo.

I 47,3 milioni di euro residui, infine, sono stati ripartiti con il decreto n. 199 del 24 aprile 2019, assegnando ulteriori 30 milioni di euro al tax credit produzione, di cui 20 milioni di euro per le opere cinematografiche e 10 milioni per le opere audiovisive, e 17,3 milioni di euro per l'attrazione in Italia di investimenti cinematografici e audiovisivi.

> Decreto n. 149 del 14 marzo 2019

> Decreto n. 179 del 17 aprile 2019

> Decreto n. 199 del 24 aprile 2019

Photo credit: Foto di Michael Gaida da Pixabay 

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.