logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

In Gazzetta la Legge sul libro: piu' fondi per tax credit librerie e card cultura per famiglie

Legge libroPubblicata in Gazzetta ufficiale la legge per la promozione e il sostegno alla lettura. In arrivo una carta elettronica per l'acquisto dei libri rivolta alle famiglie più svantaggiate, insieme a maggiori risorse per il credito d'imposta per la vendita di libri al dettaglio e sconti per le librerie più piccole. 

> Giovani: aperti i termini per richiedere il bonus cultura da 500 euro

La legge sul libro, n. 15 del 13 febbraio 2020, entrerà in vigore il 25 marzo 2020.

Cosa prevede la Manovra 2020 per cultura, spettacolo ed editoria

Legge sulla lettura, novità per librerie e famiglie 

Tra le principali novità previste dalla normativa c'è l'incremento, pari a 3.250.000 euro, del credito d'imposta rivolto agli esercenti di attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati, o nel settore di vendita al dettaglio di libri di seconda mano.

L’aumento del tax credit librerie sarà in vigore già dal 2020 ed è motivato dal grande successo che la misura ha riscosso negli ultimi due anni, con circa 1.500 librerie beneficiarie. 

Per i nuclei familiari svantaggiati, invece, arriva la card cultura, una carta elettronica di importo nominale di 100 euro da utilizzare, entro un anno, per l’acquisto di libri. Per l'assegnazione della card è istituito, presso il Mibact, il Fondo Carta della cultura, con una dotazione di un milione di euro annui a decorrere dall'anno 2020. Con successivo decreto, il Ministero definirà i requisiti per l'assegnazione della carta, le modalità di rilascio e di utilizzo.

Per sostenere le piccole librerie viene modificata la legge sul prezzo dei libri portando al 5% la percentuale massima di sconto, elevata al 15% per i soli libri scolastici; i nuovi limiti sulla scontistica si applicano anche alle vendite online mentre restano escluse le vendite alle biblioteche. Inoltre, le case editrici potranno effettuare uno sconto maggiore, ma non superiore al 20%, in alcuni mesi dell’anno che verranno stabiliti con decreto del Mibact. Negli stessi mesi, anche le librerie e i punti vendita potranno offrire sconti fino al 15% del prezzo di copertina.

La legge stabilisce poi che ogni tre anni il Ministero dovrà adottare il Piano nazionale d’azione per la promozione della lettura, finanziato con 4.350.000 euro all’anno, che sarà predisposto, coordinato e attuato dal Centro per il Libro e la Lettura, anche in relazione ai ‘patti locali per la lettura’ declinati sul territorio per coinvolgere scuole, biblioteche e altri soggetti privati.

Dal 2020 viene istituito il titolo di “Capitale italiana del libro”, che sarà conferito ogni anno dal Consiglio dei Ministri previa selezione dei progetti delle città che si candidano; la città vincitrice riceverà un finanziamento di 500mila euro per la realizzazione di progetti.

Agli esercizi più meritevoli, invece, verrà riconosciuta dal Mibact la qualifica di “Libreria di Qualità”, sulla base di criteri che saranno stabiliti con successivo provvedimento. Previsto anche un fondo di un milione di euro per formare il personale delle scuole delle reti di istituti impegnato nella gestione delle biblioteche scolastiche. 

La legge, infine, disciplina e semplifica le donazioni di libri non più commerciabili o non idonei alla commercializzazione per imperfezioni, alterazioni, danni o vizi. Le cessioni gratuite di libri non più commercializzati sono escluse dall’applicazione dell’IVA.

> Legge n. 15 del 13 febbraio 2020, Disposizioni per la promozione e il sostegno della lettura, Gazzetta ufficiale n. 63 del 10 marzo 2020

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.