logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Nuova Sabatini: cosa cambia con il dl Semplificazioni

 

Nuova Sabatini - Foto di Andrea Piacquadio da PexelsIl 2020 può considerarsi un anno importante per la Nuova Sabatini: rifinanziata e potenziata dalla Manovra, l’agevolazione ha visto arrivare una nuova iniezione di risorse con il decreto Agosto. Anche il dl Semplificazioni ha previsto interventi mirati, modificando le regole relative alle erogazioni dei contributi. 

Dl Semplificazioni: banda ultralarga, meno burocrazia per velocizzare i lavori

Con oltre 97mila domande presentate entro il mese di luglio 2020, la Nuova Sabatini - l’agevolazione che sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, software e tecnologie digitali - si conferma una delle agevolazioni più amate dalle imprese italiane. 

Nuova Sabatini: le novità del 2020

Rifinanziata dalla Manovra 2020 con 105 milioni per l’anno in corso e 435 milioni dal 2021 al 2025, l’agevolazione ha visto arrivare ulteriori risorse - pari a 64 milioni - con il decreto Agosto.

Per rafforzare inoltre il sostegno agli investimenti innovativi realizzati dalle micro e piccole imprese al Sud (per la precisione in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia), la Legge di Bilancio 2020 ha anche allargato il perimetro della Nuova Sabatini, prevedendo una maggiorazione del contributo statale previsto se si tratta di investimenti in chiave Industria 4.0: maggiorazione che sale dal 30 al 100%. 

Anche la legge di conversione del decreto Semplificazioni (legge n. 120-2020) prevede novità in tal senso, intervenendo in particolare sull’erogazione dei contributi. 

> Manovra 2020: cosa cambia per la Nuova Sabatini

Le modifiche introdotte dal dl Semplificazioni

Il provvedimento innalza da 100.000 a 200.000 euro la soglia entro la quale il contributo statale in conto impianti è erogata in un’unica soluzione, anziché in più quote.

Il Ministero dello Sviluppo economico concede un contributo, rapportato agli interessi calcolati sui finanziamenti, nella misura massima e con le modalità stabilite da apposito decreto interministeriale. L'erogazione del contributo è effettuata, sulla base delle dichiarazioni prodotte dalle imprese in merito alla realizzazione dell'investimento, in più quote determinate con il citato decreto. In caso di finanziamento di importo non superiore a 200.000 euro, quindi, il contributo viene erogato in un'unica soluzione. 

Novità anche sul fronte della cosiddetta Sabatini Sud, vale a dire dei contributi statali “maggiorati” per gli investimenti Industria 4.0 nel Mezzogiorno. 

Il dl semplificazioni prevede che i contributi statali “maggiorati”, nella misura del 100%, in favore delle imprese del Mezzogiorno, sono erogati alle imprese beneficiarie in unica soluzione, con modalità procedurali stabilite con decreto del Ministro dello Sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze. 

Inoltre, in aggiunta allo stanziamento di 60 milioni di euro previsto dalla Manovra 2020 per la Sabatini Sud, si prevede che l’intervento può essere cofinanziato con risorse rivenienti da fondi strutturali e di investimento europei, anche per sostenere, applicando sempre la maggiorazione del 100%, investimenti diversi da quelli relativi a “Industria 4.0”.

Legge n. 120-2020 conversione del decreto Semplificazioni

Testo del decreto Semplificazioni coordinato con la legge di conversione

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.