logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

GSE: terzo bando per l’iscrizione al registro per gli impianti a biogas

 

Bando biogas - Foto di Bruno Glätsch da PexelsSi aprono il 24 settembre i termini per partecipare al bando GSE relativo all’iscrizione al registro per gli impianti a biogas. 

Agricoltura e energie rinnovabili: gli incentivi all’agrovoltaico in una mini-guida

Come previsto dall’addendum alle Procedure applicative del decreto ministeriale del 23 giugno 2016, possono accedere agli incentivi gli impianti di produzione di energia elettrica alimentati a biogas, con potenza elettrica non superiore a 300 kW, a condizione che siano rispettati tutti i seguenti requisiti: 

  • gli impianti siano facenti parte del ciclo produttivo di una impresa agricola [e/o] di allevamento, realizzati da imprenditori agricoli anche in forma consortile; 
  • gli impianti siano alimentati per almeno l'80% da reflui e materie derivanti dalle aziende agricole realizzatrici e per il restante 20% da loro colture di secondo raccolto; 
  • sia effettuato l’autoconsumo in sito dell'energia termica prodotta, a servizio dei processi aziendali. 

Cosa c’è nel decreto Semplificazioni per fotovoltaico, idroelettrico, eolico e biogas

Contingenti di potenza e formazione della graduatoria

Per accedere agli incentivi, sono previste due diverse modalità, a seconda della potenza dell'impianto:

  • Accesso diretto: gli impianti fino a 100 kW possono presentare domanda a seguito dell'entrata in esercizio;
  • Iscrizione ai Registri: gli impianti di potenza superiore a 100 kW e fino 300 kW devono essere iscritti allo specifico registro per l'assegnazione del contingente di potenza disponibile e, se rientrati in posizione utile, possono presentare domanda dopo aver realizzato l'impianto (anche gli impianti fino a 100 kW possono optare per l'iscrizione al Registro invece dell'accesso diretto).

E’ previsto un limite di costo annuo pari 25 milioni di euro, calcolato secondo le modalità previste dal decreto del 23 giugno 2016. 

Sulla base del costo medio degli impianti interni al perimetro del “Contatore del costo indicativo degli incentivi”, aggiornato al 28 febbraio 2021, la potenza equivalente al limite di costo di 25 milioni di euro è pari a 22,230 MW per il terzo bando.

In caso di eventuale saturazione del contingente di potenza messo a disposizione, la graduatoria è definita applicando, in ordine gerarchico, i seguenti criteri di priorità

  • impianti localizzati, in tutto o in parte, in aree agricole classificate vulnerabili ai nitrati;
  • impianti che richiedono una tariffa pari al 90% di quella di cui al comma 954 della Legge n. 145/2018; 
  • anteriorità della data ultima di completamento della domanda di partecipazione alla procedura. 

Periodo di apertura del registro e modalità di iscrizione 

Il codice identificativo del registro di cui al bando è BIOA_RG2021.

ll registro si apre il 24 settembre alle ore 9.00 e si chiude improrogabilmente il 23 novembre 2021 alle ore 18.00.

Le richieste di iscrizione al registro devono essere trasmesse per via telematica entro il termine di chiusura del registro, mediante l’applicazione predisposta dal GSE: https://areaclienti.gse.it 

Bando pubblico per l’iscrizione al Registro informatico per impianti a biogas

Addendum alle Procedure applicative del decreto ministeriale del 23 giugno 2016

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.