logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Decreto Sostegni, rifinanziamento per un miliardo per il Reddito di cittadinanza

 

RdC: stop di un mese al sussidioUn rifinanziamento di un miliardo di euro per il Reddito di cittadinanza. È questa una delle più importanti novità sul fronte welfare contenute nella legge di conversione del dl Sostegni (dl n. 41-2021).

Cosa prevede il decreto Sostegni

Con la legge di conversione del decreto Sostegni arrivano, quindi, nuovi fondi che serviranno per aiutare anche i nuclei familiari più in difficoltà nell'emergenza causata dalla pandemia di coronavirus. Nello specifico, il testo prevede:

  • il rifinanziamento per un miliardo di euro del Reddito di cittadinanza (Rdc), al fine di tenere conto dell’aumento delle domande;
  • la proroga del contratto dei navigator, in scadenza a fine aprile, per tutto il 2021.

Per l'anno in corso, inoltre, viene stabilita la sospensione dell’erogazione del Rdc - in luogo della decadenza - in caso di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato, entro il limite di 10mila euro, per la durata del contratto e comunque non oltre i sei mesi.

Perché rifinanziare il RdC?

La spinta verso il rifinanziamento del Reddito di cittadinanza proviene principalmente dai numeri che hanno caratterizzato lo strumento. Il Governo, infatti, stima che nel 2021 per effetto della pandemia, i percettori del Rdc aumenteranno di circa un quarto rispetto al 2020: il numero dei sussidi erogati contro la povertà crescerà tra il 20% ed il 25%, ovvero altre 500-700mila persone. 

"Oggi sono beneficiari del reddito di cittadinanza oltre 1,2 milioni di famiglie (2,9 milioni di persone), per un importo medio di 543 euro, con una spesa mensile di 688 milioni. Se proseguissimo con questo trend per 12 mesi, servirebbero 8,2 miliardi quindi circa un miliardo in più rispetto alle risorse fin qui assegnate", ha spiegato il presidente dell’Inps Pasquale Tridico lo scorso marzo.

Per Tridico, questo sussidio ha evitato che molti italiani sprofondassero nell’indigenza più assoluta: "Il Rdc si conferma sempre più per quello che realmente è, uno strumento di contrasto alla povertà". E non sarà l’unico che troverà spazio nel decreto Sostegno.

Nella Manovra 2021 più risorse per il Reddito di cittadinanza 

La dotazione per il Rdc è già aumentata di 4 miliardi di euro in nove anni, dal 2021 al 2029. Risorse che si aggiungono ai 7,3 miliardi per il 2021 e 7,2 miliardi per l'anno successivo, già contenuti nella legge istitutiva del fondo per il Reddito di cittadinanza.

Nella Manovra 2021 lo stanziamento è incrementato di oltre un miliardo nei prossimi tre anni, con 196,3 milioni di euro per l’anno 2021, che saliranno a 473,7 milioni per l’anno 2022 e 474,1 milioni di euro per l’anno 2023.

Per i sei anni successivi sono previsti: 474,6 milioni di euro per il 2024, 475,5 milioni di euro per il 2025, 476,2 milioni di euro per il 2026, 476,7 milioni di euro per l’anno 2027, 477,5 milioni di euro per il 2028 e 477,3 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2029.

Consulta il testo del decreto-legge n. 41-2021 coordinato con la legge di conversione n. 69-2021 in Gazzetta ufficiale 

Consulta la legge n. 69-2021 in Gazzetta ufficiale

Per leggere il contenuto prego
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.