logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Al via gli investimenti 2021 di EIT InnoEnergy. Chi può candidarsi e come

 

EIT InnoEnergy - Foto di fotografierende da PexelsLe aziende che hanno in cantiere innovazioni nel settore energetico hanno tempo fino al 15 marzo 2021 per candidare il proprio progetto ed usufruire degli investimenti di EIT InnoEnergy, la Comunità della conoscenza e dell’innovazione dell’Istituto Europeo di Tecnologia.

Da EIT InnoEnergy e EGHAC 100 miliardi l’anno per l’idrogeno verde

Trasformare un'idea in un prodotto di successo e commerciabile può essere un viaggio lungo e complesso, che richiede competenza tecnica, consapevolezza commerciale e accesso a una grande varietà di risorse.

Nel lanciare il ciclo di investimenti 2021, EIT InnoEnergy lancia una call rivolta alle aziende che stanno lavorando a un progetto innovativo in uno degli 8 settori tematici della comunità EIT, vale a dire: 

  • energy storage; 
  • edifici e città intelligenti ed efficienti; 
  • energie rinnovabili; 
  • reti intelligenti;
  • efficienza energetica; 
  • strumentazione nucleare;
  • energia per l’economia circolare;
  • energia per i trasporti e la mobilità.

Attraverso la propria rete, composta da circa 500 partner, EIT InnoEnergy è in grado di fornire:

  • Finanziamenti per contribuire a trasformare il progetto in realtà;
  • Supporto per identificare esigenze di mercato e potenziali clienti;
  • Riduzione del time to market, trasformando il prototipo in un prodotto commerciale entro cinque anni;
  • Accesso a oltre 500 partner di progetto per supportare lo sviluppo di nuovi prodotti.

Chi può accedere agli investimenti di EIT InnoEnergy

La proposta può essere presentata da consorzi pubblici e/o privati di qualsiasi dimensione che abbiano un progetto per un prodotto o servizio energetico sostenibile innovativo. 

Il consorzio dev’essere composto da tre a sette organizzazioni europee provenienti dai settori dell'industria e della ricerca. Non ci sono limitazioni per quanto riguarda le dimensioni dell'organizzazione. 

Se l’azienda che candida il progetto non ha partner, InnoEnergy può provare a riunire i partner necessari.

I partner devono provenire da almeno 2 Paesi (eccezionalmente, anche extra UE) ed includere almeno una delle aziende che commercializzerà il prodotto o servizio.

Non è obbligatoria la partecipazione in qualità di partner di un istituto di ricerca, ma InnoEnergy la incoraggia. Non è necessario essere un partner di EIT InnoEnergy per candidarsi, ma se il progetto viene selezionato occorre diventarlo.

Il Piano di investimenti del Green Deal europeo da 1.000 miliardi

Caratteristiche dei progetti

L'innovazione proposta può essere una nuova tecnologia, un nuovo prodotto, un nuovo servizio o un nuovo processo. Per EIT InnoEnergy è importante comprendere la logica di fondo, il mercato ed i concorrenti. 

Il progetto dovrebbe avere una durata di 2-3 anni, e il prodotto dovrebbe arrivare sul mercato entro 5 anni. Occorre aver effettuato un proof of concept che abbia un TRL (Technology Readiness Level) uguale o superiore a 5.

La questione brevetti

Durante la fase di valutazione del progetto, l'intero processo è gestito in base a un accordo di non divulgazione. 

Possono essere candidate anche idee non ancora brevettate: dal momento in cui esistono diverse strategie per la tutela della proprietà intellettuale, EIT InnoEnergy può occuparsi anche di questo aspetto lavorando a fianco dell’azienda. 

La definizione della proprietà del brevetto sarà gestita nell'ambito dell’accordo consortile. Tutti i partner coinvolti devono quindi concordare il modello di funzionamento dei trasferimenti di proprietà intellettuale durante e dopo il progetto.

Il capitolo investimenti

Finora InnoEnergy ha investito tra i 100mila euro e 4-5 milioni di euro. Ma non viene definito uno standard fisso per gli investimenti

Il criterio, quindi, è definire il progetto per poi guardare all'investimento. Anche il budget totale del progetto è variabile, e non viene fissato un tetto massimo. 

Per quanto riguarda i finanziamenti, una parte del progetto sarà finanziata da InnoEnergy e l'altra dai partner: si va dal 20% all'80% del budget del progetto proposto.

Ampio il ventaglio delle spese ammissibili: costo del personale direttamente assunto e interno, costi indiretti (25%), viaggio, alloggio, materiali di consumo e forniture, subappalto e ammortamento delle attrezzature.

InnoEnergy riceverà il 100% del ROI entro cinque anni dalla commercializzazione del prodotto o del servizio. Tuttavia, il rapporto finanziario tra le parti continua anche in seguito.

> EIT InnoEnergy: round di investimento 2021. Informazioni e documentazione

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.