logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

La nuova Presidente del Parlamento europeo è Roberta Metsola

 

Photocredit: © European Union 2022 - Source : EPCon 458 voti su 616 validi, oggi il Parlamento europeo ha eletto il suo nuovo presidente. Si tratta della maltese Roberta Metsola, membro del Gruppo del Partito popolare europeo (Democratici cristiani), in corsa per il seggio con altri tre candidati.

Guida ai nuovi programmi di finanziamento UE 2021-27

Nata nel 1979, lo stesso anno delle prime elezioni europee a suffragio universale del Parlamento europeo che oggi è stata chiamata a guidare per i prossimi due anni e mezzo, Roberta Metsola è la terza donna a ricoprire questo incarico dopo Simone Veil (nel 1979) e Nicole Fontaine (nel 1999).

Dopo aver ricordato con voce commossa l'eredità di David Sassoli, scomparso lo scorso 11 gennaio, Metsola ha parlato delle sfide che nei prossimi anni attendono l’Europa e la sua principale istituzione democratica, il Parlamento europeo, che ogni 5 anni viene eletto da oltre 400 milioni di europei.

“Nei prossimi anni, le persone in tutta Europa guarderanno alla nostra istituzione per la leadership e la direzione, mentre altri continueranno a testare i limiti dei nostri valori democratici e dei principi europei”, ha infatti affermato Metsola. “Dobbiamo lottare contro la narrativa anti-UE che si diffonde così facilmente e così rapidamente. La disinformazione e la cattiva informazione, amplificate ulteriormente durante la pandemia, alimentano il facile cinismo e le soluzioni a buon mercato di nazionalismo, autoritarismo, protezionismo, isolazionismo”.

“False illusioni che non offrono soluzioni”, ha spiegato la neo presidente. “L'Europa è esattamente il contrario. Rappresenta tutti noi che ci difendiamo l'un l'altro, che avviciniamo i nostri popoli. Si tratta di difendere i principi dei nostri padri e madri fondatori, che ci hanno portato dalle ceneri della guerra e dell'olocausto alla pace, alla speranza e alla prosperità”.

E nel ricordare le due presidenti che l'hanno preceduta alla guida del PE, Metsola ha affermato: "Ventidue anni fa, Nicole Fontaine è stata eletta, 20 anni dopo Simone Veil. Non passeranno altri due decenni prima che la prossima donna sia qui".

Chi è Roberta Metsola?

Nata esattamente 43 anni fa, il 18 gennaio 1979, Roberta Metsola è laureata in giurisprudenza e si è occupata da sempre di Europa sin da quando, nei primi anni 2000, ha ricoperto il ruolo di vicepresidente e poi di segretario degli Studenti democratici europei. Dopo varie esperienze sempre all’interno della galassia europea, nel 2013 è stata eletta per la prima volta come deputata europea.

Nel novembre 2020 è stata eletta primo vicepresidente del Parlamento europeo e dall’11 gennaio, giorno della scomparsa del David Sassoli, ne è stata Presidente ad interim.

Assieme a Metsola - eletta al primo turno con oltre 149 voti in più rispetto ai 309 necessari - erano in lista per la carica di presidente dell'Eurocamera altri tre candidati: la svedese Alice Kuhnke (Verdi/ALE), la spagnola Sira Rego (La Sinistra) e il polacco Kosma Złotowski (ECR, PL) che a inizio giornata aveva ritirato la sua candidatura.

Cosa fa il presidente del Parlamento europeo?

Il presidente del Parlamento europeo gode di un'ampia gamma di poteri esecutivi e rappresentativi. Oltre a presiedere i dibattiti e le attività del Parlamento europeo e a rappresentarlo all'interno dell'UE e sulla scena internazionale, il Presidente firma la maggior parte degli atti legislativi europei, incluso il miliardario bilancio UE.

Oltre a queste funzioni, l'autorità della Presidente si estende a "tutti i poteri necessari per presiedere alle deliberazioni del Parlamento e per assicurarne il buono svolgimento", come quelle che hanno garantito il buon funzionamento del Parlamento durante la pandemia.

Il presidente europeo viene eletto ogni due anni e mezzo e in genere è il frutto di un accordo tra i due principali gruppi politici presenti in Parlamento: i socialisti e il partito popolare europeo a cui appartiene Metsola.

A parte rare occasioni, infatti, all’interno di una legislatura (che dura 5 anni) si alternano solitamente due presidenti espressione di questi due raggruppamenti. Con l’elezione di David Sassoli nel 2019 (Alleanza progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo) e ora con quella di Roberta Metsola (PPE), anche in questa legislatura si conferma lo stesso schema di gioco.

Photocredit: © European Union 2022 - Source : EP

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.