logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Dal Parlamento UE borse di studio per giovani giornalisti e un programma dedicato a Sassoli

Giovani giornalisti - David Maria Sassoli - European Union, 2019 - Source: EC - Audiovisual ServiceIl Parlamento europeo ha deciso di dare vita a un nuovo sistema di borse di studio e programmi di formazione per giovani giornalisti, tra cui uno intitolato a David Sassoli, l'ex presidente della stessa istituzione comunitaria, scomparso l'11 gennaio scorso, che aveva alle spalle una carriera giornalistica di quasi 30 anni.

Le istituzioni europee offrono nuove opportunità di tirocinio

Come spiega un comunicato diffuso da Strasburgo, l'obiettivo dell'iniziativa è quello di approfondire la comprensione delle politiche UE, aiutare i partecipanti ad acquisire esperienze rilevanti e arricchire il settore dei media europei garantendo la libertà editoriale. 

"Il giornalismo indipendente e professionale è la spina dorsale della nostra democrazia. Questa nuova iniziativa contribuirà a formare una nuova generazione di giornalisti europei responsabili", ha affermato la presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola.

L'intento è quindi duplice: da un lato, sostenere i professionisti all’inizio della loro carriera nella conoscenza delle dinamiche europee in generale e del Parlamento in particolare; dall'altro, rafforzare il giornalismo indipendente, professionale e responsabile, soprattutto per quanto riguarda gli affari dell'Unione.

Corsi di formazione per giornalisti e il programma dedicato a David Sassoli

L'iniziativa comprenderà due diversi programmi. Il primo, intitolato a Sassoli, proporrà un periodo di lavoro di un anno in un media con sede nell'UE. I partecipanti, selezionati dagli organismi professionali dei giornalisti, lavoreranno come giornalisti professionisti in una redazione, rafforzando le loro conoscenze sugli affari dell'Unione europea e svolgendo un'esperienza professionale.

Il secondo programma, invece, consiste in nuovi corsi di formazione per giovani giornalisti organizzati in due moduli:

  • uno a livello nazionale incentrato sulla conoscenza dell'UE e sul lavoro dei media;
  • uno a Bruxelles o Strasburgo per familiarizzare con la natura dell'istituzione.

Le prime edizioni pilota dovrebbero iniziare nel corso di quest'anno in diversi Stati membri. Su entrambi i programmi saranno resi disponibili nelle prossime settimane maggiori dettagli e approfondimenti.

Bandi Erasmus+ 2022, la guida ai fondi europei per formazione, gioventù e sport

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.