logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Distretti produttivi: dalla Finanziaria 2007 risorse da assegnare alle Regioni

Risorse finanziarie - immagine di AcdxPubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del 7 maggio 2010 con cui il Ministero dello Sviluppo Economico ha ripartito le risorse, per l'annualità 2008, in favore dei distretti produttivi adottati dalle Regioni, ai sensi dell'art.1, comma 890, della Finanziaria 2007. Sono disponibili per il cofinanziamento dei progetti 50 milioni di euro, di cui 45 milioni ripartiti tra le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano e 5 milioni per il finanziamento di un progetto straordinario di carattere nazionale a sostegno dello sviluppo produttivo dei distretti della regione Abruzzo.

I progetti regionali ammissibili al cofinanziamento devono riguardare interventi a favore dei distretti produttivi adottati dalle Regioni, che ne rafforzino il sistema organizzativo, anche attraverso nuovi modelli di integrazione per filiera, nei seguenti ambiti:

  • attività di ricerca industriale, di sviluppo sperimentale e trasferimento tecnologico;
  • innterventi di promozione e diffusione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT), con particolare riferimento alle infrastrutture di banda larga a servizio dei distretti produttivi;
  • interventi mirati al risparmio energetico e all'utilizzo di energia rinnovabile;
  • forme di collaborazione tra aziende appartenenti a distretti diversi, integrate per filiera, al fine di sostenere il rilancio produttivo, con particolare riguardo ai settori abbigliamento-moda, arredo-casa e nautica;
  • forme di collaborazione tra distretti appartenenti a regioni diverse, anche al fine di rafforzarne la presenza sui mercati internazionali;
  • azioni per lo sviluppo del modello di «rete di impresa», attraverso il «contratto di rete», introdotto dall'art. 3, comma 4-ter, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, come modificato dalla legge di conversione 9 aprile 2009, n. 33, recante misure urgenti a sostegno dei settori industriali in crisi e integrato dall'art. 1 della legge 23 luglio 2009, n. 99, recante disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese.

Le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano devono presentare al Ministero dello Sviluppo Economico i progetti che intendono attuare entro novanta giorni dalla data di pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana (28-07-2010).

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.