logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

UE: verso la Politica Agricola Comune post-2013

Agricoltura - foto di PengSarà presentata il 17 novembre la comunicazione della Commissione europea sul futuro della Politica Agricola Comune (PAC). Il documento presenterà i principi, gli obiettivi e le linee guida volte a riformare la PAC post-2013, sulla base della strategia Europa 2020 volta a supportare una crescita sostenibile, intelligente ed inclusiva nell'UE.

Nel corso di quest'anno la Commissione ha promosso diversi dibattiti che hanno coinvolto anche la società civile, al fine di sviluppare una PAC che rispondesse alle esigenze della popolazione europea. Lo scorso 11 giugno si è conclusa, infatti, una consultazione pubblica, dalla quale sono stati ricavati circa 6.000 contributi.

Le domande poste nella consultazione sono state:

  1. perché abbiamo bisogno di una politica agricola comune?
  2. cosa si aspettano i cittadini dal settore agricolo?
  3. perché riformare la PAC?
  4. di quali strumenti abbiamo bisogno per la PAC di domani?

Le idee e le proposte emerse dalla consultazione hanno contribuito alla redazione della comunicazione, che delinea gli strumenti politici atti a garantire:

  • il sostegno alimentare,
  • la gestione sostenibile delle risorse naturali,
  • lo sviluppo equilibrato delle aree rurali europee.

Le proposte normative per la riforma della PAC saranno presentate verso la metà del 2011, a seguito della procedura di codecisione che coinvolgerà il Parlamento europeo e la Commissione.

Politica Agricola Comune post-2013

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.