logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

Bruxelles lavora a nuove regole per Farm to Fork e genome editing

 

Farm to Fork - Photo credit: Foto di Jacqueline Sosa da Pixabay La Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica per raccogliere il parere di tutti i soggetti interessati in vista dell'iniziativa legislativa che dovrebbe concretizzare gli obiettivi della strategia "Dal Campo alla Tavola" per la sostenibilità della filiera agroalimentare. Un secondo sondaggio riguarda invece la proposta di una legislazione specifica per le nuove tecniche genomiche per le piante, in particolare mutagenesi mirata e cisgenesi, distinta da quella per gli OGM.

Cosa prevede la Strategia Farm to Fork

Entro il quarto trimestre 2023 la Commissione dovrebbe infatti proporre un regolamento per tradurre gli obiettivi della strategia Farm to Fork in un quadro giuridicamente vincolante diretto a rendere i sistemi alimentari più sostenibili, equi e resilienti, a fornire cibo sano e di qualità riducendo l'impatto sull'ambiente e ad aumentare trasparenza e tracciabilità attraverso un'etichettatura alimentare adeguata.

Parallelamente, l'Esecutivo UE sta lavorando a un quadro giuridico per le piante ottenute mediante mutagenesi mirata e cisgenesi, sulla base dei risultati dello studio sulle nuove tecniche genomiche pubblicato da Bruxelles lo scorso anno, con l'obiettivo di consentire l'innovazione nel settore agroalimentare, mantenendo un elevato livello di protezione della salute umana e animale e dell'ambiente.

Cosa ci sarà nel Regolamento Farm to Fork?

Il regolamento Farm to Fork atteso per la fine del 2023 andrebbe ad integrare la sostenibilità in tutte le politiche alimentari e a stabilire principi, obiettivi generali e responsabilità dei diversi soggetti coinvolti, prevedendo anche criteri minimi per gli appalti pubblici sostenibili di prodotti alimentari e specifiche modalità di governance e monitoraggio.

"Questo quadro legislativo sarà essenziale per sostenere e accelerare la transizione verso la sostenibilità”, ha commentato la commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, Stella Kyriakides. “Dobbiamo garantire che la nostra prossima iniziativa sia il più ambiziosa ed efficace possibile e fornisca gli strumenti giusti a tutti gli attori del sistema alimentare per agire in modo sostenibile”, ha aggiunto.

Per approfondire: Troppo Farm e poco fork: ancora critiche alla strategia UE

Il questionario, disponibile in tutte le lingue ufficiali dell'UE, è rivolto a tutti gli attori della filiera agroalimentare, dagli agricoltori all'industria della trasformazione, fino ai rivenditori e ai consumatori, e agli altri soggetti interessati.

La consultazione rimarrà aperta per 12 settimane, fino al 21 luglio 2022, e i contributi inviati a Bruxelles saranno presi in considerazione nella fase di ulteriore sviluppo e perfezionamento dell'iniziativa.

In programma ci sono anche altre attività di consultazione, tra cui sondaggi, seminari, confronti con gruppi di esperti delle parti interessate e degli Stati membri e consultazioni mirate con altre istituzioni dell'UE.

Partecipa alla consultazione pubblica su Farm to Fork

Verso nuove regole sul Genome editing?

Entro giugno 2023 la Commissione dovrebbe invece presentare la proposta di regolamento sul genome editing, tecniche in grado di alterare il materiale genetico di organismi che potrebbero essere utilizzati per scopi alimentari, industriali o farmaceutici.

Su richiesta del Consiglio, nel 2021 la Commissione ha infatti pubblicato uno studio in base al quale le New Genomic Techniques (NGT), in particolare mutagenesi mirata e cisgenesi, hanno il potenziale per contribuire a sistemi agroalimentari più sostenibili, in linea con gli obiettivi del Green Deal europeo e della strategia Farm to Fork.

La consultazione pubblica appena lanciata da Bruxelles dovrebbe alimentare questo lavoro, raccogliendo il punto di vista degli attori interessati sul tema e in particolare su come garantire la protezione degli standard di sicurezza alimentare dell'UE e la salute dei consumatori.

La consultazione rimarrà aperta fino al 22 luglio e contribuirà alle ulteriori analisi che la Commissione condurrà, anche sotto forma di valutazione d'impatto, in vista della presentazione della proposta legislativa al Parlamento europeo e al Consiglio.

Partecipa alla consultazione pubblica sulle Nuove tecniche genomiche per le piante

Photo credit: Foto di Jacqueline Sosa da Pixabay 

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.