logo-gruppo-bancario-iccrealogo BCC-credito-cooperativo

PNRR e Regioni: quali sinergie con la Strategia di specializzazione intelligente?

 

PNRR e S3Transizione 4.0, investimenti per ricerca, innovazione e startup. Sono le aree di intervento in cui si intrecciano maggiormente gli investimenti previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) con le Smart specialisation strategies (S3) 2021-2027 delle Regioni italiane.

Attuazione PNRR: i rischi sollevati dalla Corte dei Conti europea

Lo rivela lo studio "Linking the ‘Recovery and Resilience Plan’ and Smart Specialisation. The Italian Case" condotto dal Joint Research Centre della Commissione europea, che intende mettere in evidenza le sinergie tra il PNRR italiano e le Strategie di specializzazione intelligente adottate a livello regionale per massimizzare gli effetti degli investimenti dei fondi strutturali europei in ricerca e innovazione.

Recovery plan e Smart specialisation strategy: sinergie tra gli investimenti nelle Regioni italiane 

Sebbene nel Piano Italia Domani non siano nominate le S3 regionali, il Joint Research Centre ha stimato che circa il 28% del PNRR potrebbe potenzialmente supportare gli obiettivi delle Smart specialisation strategies (S3) 2021-2027 delle Regioni italiane.

Nel dettaglio, sono 16 le iniziative del Recovery plan che hanno un 'legame forte' con le priorità S3, cui si aggiungono 31 azioni con un 'legame medio' e altre misure con un 'legame debole.' In termini di investimenti, le azioni PNRR che supportano direttamente le strategie regionali valgono a 40 miliardi di euro, le azioni indirette invece cubano 25 miliardi di euro.

La maggior parte delle misure PNRR strettamente connesse alle Smart specialisation strategies rientrano sotto la Missione 1, Componente 2 'Digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo' e la Missione 4, Componente 2 'Dalla ricerca all'impresa', tra cui:

cui si aggiungono gli incentivi a titolarità Mipaaf, nell'ambito della Missione 2 del PNRR "Rivoluzione verde e transizione ecologica", per innovazione e meccanizzazione nel settore agricolo e alimentare.

Tra le linee di investimento del Recovery plan che invece hanno un legame indiretto con le priorità S3 ci sono: il Piano Italia 1 Giga e il Piano Italia 5G, i servizi pubblici digitali rivolti ai cittadini e i progetti faro per l'economia circolare.

Data la complementarietà tra Recovery plan e Strategie di specializzazione intelligente, secondo il Joint Research Centre si può fare molto per assicurare la coerenza tra gli interventi. Ovviamente il successo delle sinergie tra PNRR e S3 dipenderà da molti fattori, in particolare un buon mix di politiche e il coinvolgimento degli attori regionali attori all'interno della governance del PNRR.

Infine, nel monitoraggio delle azioni del Recovery plan, un aspetto importante da tenere a mente è l'allocazione del 40% dei fondi del PNRR alle Regioni del Sud.

Come fare in modo che al Sud vada il 40% dei fondi PNRR  

Consulta lo studio "Linking the ‘Recovery and Resilience Plan’ and Smart Specialisation. The Italian Case"

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.